Menu di servizio

Ti trovi in:

Versamenti di imposta con il modello F24

I soggetti che devono effettuare il pagamento telematico per proprio conto possono predisporre il modello F24 e trasmetterlo in via telematica in maniera del tutto analoga a quanto effettuato per le dichiarazioni e non hanno bisogno di stipulare la convenzione che invece deve essere stipulata solo per poter inviare i modelli F24 per conto di altri soggetti.

La trasmissione telematica del modello F24 richiede l'utilizzo di un prodotto che ne consenta la compilazione in formato elettronico.

L'Agenzia delle Entrate rende disponibile il pacchetto software "F24 OnLine", che è possibile scaricare collegandosi alla sezione "Software" del sito www.agenziaentrate.gov.it.

E' comunque possibile utilizzare un qualsiasi altro prodotto disponibile sul mercato. Tuttavia coloro che predispongono i versamenti utilizzando software di compilazione diversi da quello messo a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, dovranno installare obbligatoriamente il programma di controllo "Pagamenti con modello F24" disponibile nella sezione "Software" di questo sito. La sua funzione è quella di verificare l'aderenza dei dati alle specifiche tecniche previste per il modello F24 telematico, segnalando immediatamente eventuali difformità che potrebbero inficiare l'effettuazione del versamento.

Gli utenti (persone fisiche, società, etc.) possono compilare il modello F24 senza alcuna limitazione nel numero delle imposte e nel tipo di importo (a credito o a debito) ed effettuare il pagamento in via telematica senza doversi recare presso gli sportelli bancari.

E' necessario essere titolari di un conto corrente presso una delle banche che hanno stipulato con l'Agenzia delle Entrate una specifica convenzione: l'elenco è disponibile sul sito www.agenziaentrate.gov.it.

Il pagamento non viene effettuato mediante carta di credito, ma tramite un ordine di addebito sul proprio conto rivolto dal contribuente alla banca (praticamente, una sorta di "bonifico virtuale"). Il pagamento delle somme dovute è totalmente sicuro, in quanto i dati viaggiano "cifrati" e possono essere "letti" soltanto dall'Agenzia delle Entrate.

Termini di versamento

I termini di versamento sono gli stessi previsti per i pagamenti effettuati con i mezzi tradizionali, con il vantaggio che i versamenti eseguiti PRIMA della scadenza, sono addebitati sul conto alla data di versamento indicata dal contribuente: ad esempio se compilando il modello di versamento si indica come "data di versamento" il 20 novembre, ed il contribuente esegue il versamento via internet il 5 novembre, l'addebito sul conto avverrà con valuta 20 novembre.

Per i versamenti derivanti da dichiarazione PRIMA della scadenza prevista, inoltre, l'addebito sul conto avverrà con valuta alla data di scadenza, anche se nel modello è stata indicata una data di versamento precedente. Si consiglia quindi a tutti i contribuenti che intendono effettuare i pagamenti via Internet, di eseguire tutte le operazioni necessarie alcuni giorni prima della scadenza, in modo da evitare eventuali problemi negli ultimi giorni.

Comunicazione delle coordinate bancarie

Se l'importo complessivo del modello comporta un saldo da versare, è necessario indicare, durante la preparazione del file telematico mediante l'apposita applicazione (File internet per gli utenti abilitati a Fisconline ed Entratel per gli abilitati all'omonimo servizio), le coordinate bancarie del conto di cui si è titolari per l'addebito delle somme dovute.

Con la comunicazione delle coordinate bancarie del conto corrente all'Agenzia delle Entrate, si autorizza l'Agenzia stessa a richiedere alla banca che detiene il conto l'addebito delle somme dovute relative ai modelli F24 inviati via Internet e si autorizza la Banca ad effettuarne il prelievo.

Le modalità di invio del file e di visualizzazione delle ricevute sono contenute nel paragrafo Presentazione dei documenti.