In primo piano

22-02-2017 - Annullamento delle dichiarazioni modello 2017



A partire da oggi i contribuenti che hanno trasmesso erroneamente dichiarazioni modello 2017 possono richiederne l'annullamento mediante la predisposizione di una apposita richiesta da parte del soggetto che ha effettuato la trasmissione della dichiarazione.

Occorre sottolineare, tuttavia, che la procedura di annullamento va eseguita solo nei casi in cui l'errore contenuto nella dichiarazione non sia sanabile, come previsto dalle istruzioni allegate ai modelli, mediante la trasmissione di una dichiarazione "correttiva" (se nei termini) ovvero di una dichiarazione "integrativa" (se fuori termine). Può essere annullata, ad esempio, una dichiarazione trasmessa erroneamente più volte.

Le modalità di predisposizione della richiesta di annullamento sono diverse in funzione del canale telematico utilizzato per la trasmissione della dichiarazione da annullare:

  • servizio Entratel:
    l'annullamento di una dichiarazione può essere effettuato utilizzando la funzione "Documenti > Annulla" presente all'interno dell'applicazione Entratel integrata nella piattaforma "Desktop Telematico". In particolare, per richiedere l'annullamento di una dichiarazione erroneamente inviata, l'utente dovrà indicare il codice fiscale del contribuente ed il protocollo telematico attribuito alla dichiarazione medesima, costituito, come è noto, dal protocollo attribuito dal Sistema al momento della ricezione del file, seguito dai sei numeri che identificano la dichiarazione all'interno del file, entrambi rilevabili nella ricevuta relativa alla dichiarazione in esame. Si ricorda che dopo avere completato l'acquisizione dei protocolli da annullare, è necessario autenticare il file contenente le richieste di annullamento predisposte dall'utente ed effettuare l'invio del file autenticato, con le stesse modalità che si utilizzano per l'autenticazione e l'invio delle dichiarazioni.
  • servizio Fisconline:
    l'annullamento di una dichiarazione può essere effettuato utilizzando la funzione di annullamento disponibile nella sezione "Servizi per" => "Richiedere" => "Annullamento di un documento inviato". In particolare, per richiedere l'annullamento di una dichiarazione erroneamente inviata, occorre indicare il codice fiscale del contribuente ed il protocollo attribuito dal sistema alla dichiarazione medesima, rilevabile dalla ricevuta relativa alla dichiarazione da annullare.

Al momento della ricezione del file, il sistema provvederà ad eseguire i controlli di congruenza sulle informazioni pervenute e a predisporre le ricevuta per l'utente, che riporterà l'esito dell'elaborazione (conferma dell'avvenuto annullamento della dichiarazione o notifica all'utente dell'eventuale motivo per cui la richiesta di annullamento non è stata accettata).

Si evidenzia che non saranno accettate richieste di annullamento relative a dichiarazioni per le quali il sistema informativo abbia iniziato la "liquidazione" ai sensi degli articoli 36 bis del D.P.R. 600/73 e 54 bis del D.P.R. 633/72.

Le modalità per la ricezione, la visualizzazione e la stampa delle ricevute sono quelle già utilizzate per la gestione delle ricevute restituite dal Sistema a fronte delle dichiarazioni.

Le richieste di annullamento, vanno effettuate con particolare attenzione, in quanto l'annullamento di una dichiarazione è definitivo. Infatti, se venisse erroneamente effettuata una richiesta di annullamento per una dichiarazione da non annullare ed il sistema la accettasse, sarebbe necessario trasmettere nuovamente la dichiarazione.