In primo piano

06-02-2019 - Comunicazioni Interessi Passivi dall'anno 2018 (MIP00)



Da oggi è possibile inviare i file contenenti le comunicazioni dei dati relativi alle quote di interessi passivi e relativi oneri accessori per mutui agrari e fondiari, con riferimento ai dati relativi all'anno precedente.

A tal riguardo, nell'ambito della piattaforma "Desktop Telematico" è disponibile, per le applicazioni "Entratel" e "File Internet", all'interno della categoria Controlli comunicazioni da Operatori finanziari, commerciali e assicurazioni la versione 1.0.2 del 01/02/2019 relativa al modulo Interessi Passivi dall'anno 2018 (codice fornitura: MIP00).

Nella versione attuale sono state apportate le seguenti modifiche:

  • corretto bug su controllo presenza di record relativi ai soggetti accollanti;
  • corretto bug sul controllo dell'uguaglianza del campo Data stipula in tutti i record con lo stesso identificativo mutuo;
  • corretto bug sul controllo dei codici fiscali dei cointestatari in caso di mutuo misto;
  • modificato il controllo sulla uguaglianza del campo Ammontare originario per tutti i record con lo stesso Identificativo mutuo restringendolo ai record dei cointestatari fino al raggiungimento della percentuale del 100%. Pertanto per i mutui misti, potrà essere inserita la quota parte dell'ammontare originario riferita alla finalità del mutuo indicata;
  • consentita non compilazione (impostazione a spazio) del campo Flag mutuo misto per i mutui stipulati in data antecedente il 1/1/2019;
  • consentita non compilazione (impostazione a spazio) del campo Proprietà immobile per i mutui stipulati in data antecedente il 1/1/2019;
  • modificato livello di errore (da scarto a warning) in caso di accollo di mutuo monointestato in cui la tipologia del mutuo è differente nel record del cedente e dell'accollante.

Qualora il modulo di controllo risulti già installato all'interno della piattaforma "Desktop Telematico" non sarà necessario provvedere ad alcun aggiornamento in quanto il modulo di controllo si aggiornerà automaticamente all'interno della piattaforma nel momento in cui questa verrà avviata.

Si consiglia, comunque, di verificare l'avvenuto aggiornamento utilizzando le funzionalità proprie del "Desktop Telematico".