Comunicazioni all'Anagrafe Tributaria (provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 10 marzo 2005, G. U. n. 66 del 21/03/2005)

Con il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 9 luglio 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 luglio 2001, è stata introdotta la possibilità di utilizzare il Servizio Telematico per le comunicazioni all'Anagrafe Tributaria per le tipologie di dati indicate nel Provvedimento stesso. Con il medesimo provvedimento sono state stabilite le modalità tecniche di trasmissione.

Successivamente, è stata estesa la possibilità di utilizzare il Servizio Telematico per le comunicazioni all'Anagrafe Tributaria, anche per altre tipologie di dati (Monitoraggio fiscale, Erogazioni liberali, Utenze telefoniche, idriche e del gas, ecc).

Infine, con il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 10 marzo 2005, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 66 del 21 marzo 2005, è stato esteso a tutte le forniture indicate nel provvedimento stesso, l'obbligo esclusivo dell'invio per via telematica. Tale obbligo è in vigore a partire dalle forniture relative al 2004. Con lo stesso provvedimento sono state introdotte modifiche riguardanti i valori ammessi nei campi importo e valuta (Euro), e sono state definite nuove scadenze per l'invio dei dati.

Prima della trasmissione telematica è necessario predisporre il file contenente le comunicazioni oggetto della trasmissione.
Per operare tale predisposizione l'utente può ricorrere a pacchetti software di mercato oppure utilizzare, per alcune tipologie di comunicazioni (contratti di appalto, atti di concessioni, autorizzazioni e licenze, iscrizioni, variazioni e cancellazioni negli albi, registri ed elenchi tenuti dagli ordini professionali, dati relativi agli esercenti di aeromobili, dati relativi alle iscrizioni di aeromobili ed alla loro proprietà, dati relativi alle iscrizioni di natanti ed alla loro proprietà) ai relativi pacchetti software che l'Agenzia delle Entrate ha da tempo messo a disposizione nella sezione Software del sito www.agenziaentrate.gov.it.

Per poter trasmettere le comunicazioni per via telematica, inoltre, gli utenti sono tenuti ad utilizzare l'ultima versione del pacchetto software di controllo, messo a disposizione dall'Agenzia delle Entrate nella sezione "Software" di questo sito.

Tale pacchetto provvede a controllare la conformita' del file alle specifiche tecniche: in questa fase viene riscontrata l'effettiva rispondenza dei dati comunicati con quanto indicato nelle specifiche tecniche e viene contestualmente predisposto un file contenente esclusivamente i dati corretti. Gli eventuali errori o incongruenze, individuabili dal progressivo del record della comunicazione iniziale e dal Codice fiscale (se indicato), vengono dettagliatamente segnalati su un apposito file (con estensione .dgn). In caso di presenza di errori (in misura inferiore al 33%) sarà cura dell'utente decidere se:

  • effettuare le correzioni sulla fornitura iniziale, eseguire nuovamente il controllo dei dati e inviare l'intera fornitura corretta in una unica soluzione;
  • suddividere l'invio in più soluzioni inviando in prima istanza i soli dati risultati corretti e con successive forniture le sole occorrenze (con le necessarie correzioni) che al primo controllo avevano presentato anomalie;


Si precisa che l'effettuazione del controllo di conformita' è obbligatoria.

Con la presente versione del software di controllo delle Comunicazioni all'Anagrafe Tributaria è quindi possibile verificare la correttezza delle seguenti tipologie di comunicazioni:

  • Atti di concessione, autorizzazione e licenza (ad esclusione dei codici R1, R2 e R3);
  • Contratti di somministrazione di Energia Elettrica;
  • (Art. 78 della legge 30 dicembre 1991 n. 413) - Premi assicurativi;
  • (Art. 78 della legge 30 dicembre 1991 n. 413) - Contributi previdenziali;
  • (Art. 78 della legge 30 dicembre 1991 n. 413) - Interessi passivi;
  • Contratti di Assicurazioni;
  • Trasferimenti da e per l'estero di denaro, titoli e valori, nonché delle operazioni oggetto di regolarizzazione di attività detenute all'estero;
  • Dati e notizie relative a navi, galleggianti ed unità da diporto, o quote di essi;
  • Aerei - Registro Aeronautico Nazionale;
  • Contratti d'appalto, somministrazione e trasporto;
  • Albi, registri ed elenchi tenuti da ordini professionali;
  • Aerei - Circoscrizioni di aeroporto;
  • Elenco soggetti erogatori (da parte del Ministero per i beni e le attività culturali);
  • Elenco soggetti beneficiari;
  • Elenco soggetti beneficiari (da parte del Ministero per i beni e le attività culturali);
  • Utenze telefoniche;
  • Premi assicurativi esteri;
  • Utenze idriche;
  • Utenze del gas;
  • Verificazioni periodiche dei misuratori fiscali;
  • Trasmissione dei corrispettivi giornalieri da parte delle imprese di grande distribuzione;
  • Estremi delle caselle di Posta Elettronica Certificata (indagini bancarie);
  • Comunicazione dei dati in materia edilizia (DIA, Permessi e atti di assenso) da parte degli uffici comunali - secondo le specifiche tecniche previste nel Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 2 ottobre 2006, e modificate dal Comunicato del 2 gennaio 2007;
  • Comunicazione dei soggetti ammessi a fruire del credito di imposta concesso dal Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Comunicazione dei dati relativi alle somme di denaro erogate dagli operatori del settore delle assicurazioni per la liquidazione dei sinistri;
  • Comunicazione dei soggetti ammessi a fruire dei crediti di imposta concessi dal Ministero dell'Università e della Ricerca;
  • Comunicazione all'Agenzia delle Entrate dei dati acquisiti nell'attività di gestione da parte dei soggetti che gestiscono, anche in concessione, il servizio di smaltimento dei rifiuti urbani.

Le modalità di invio del file e di visualizzazione delle ricevute sono contenute nel paragrafo Presentazione dei documenti.